L’amianto materiale molto comune in natura è stato utilizzato fino agli anni ottanta per produrre la miscela cemento-amianto per la coibentazione di edifici, tetti, navi e treni, come materiale per l’edilizia tegole, pavimenti, tubazioni, vernici, canne fumarie (più comunemente Eternit), nelle tute dei vigili del fuoco, nelle auto (vernici, parti meccaniche), ma anche per la fabbricazione di corde, plastica e cartoni. Inoltre, la polvere di amianto è stata largamente utilizzata come coadiuvante nella filtrazione dei vini.
La sua ormai accertata nocività per la salute ha portato a vietarne l’uso in molti Paesi. Le polveri contenenti fibre d’amianto, se respirate, possono causare gravi patologie come l’asbestosi, tumori della pleura ed il carcinoma polmonare.

L’impiego dell’amianto è fuori legge in Italia dal 1992 regolato dalla Legge n. 257 del 1992 che, oltre a stabilire termini e procedure per la dismissione delle attività inerenti all’estrazione e la lavorazione dell’asbesto, è stata la prima ad occuparsi anche dei lavoratori esposti all’amianto.
Il DM 06/09/1994 all’interno del Decreto riporta l’importanza di una figura definita come Responsabile Rischio Amianto con i compiti di verifica e controllo dei materiali contenenti amianto contenuti nell’edificio, o nello stabilimento, ove questi sono stati censiti.
Una volta che in un edificio vengono individuati materiali contenenti amianto (MCA) non scatta automaticamente un obbligo di bonifica in capo al proprietario/gestore.
Nella quasi totalità dei casi si tratta di gestire il rischio legato alla presenza dei materiali con una serie di attività di controllo e prevenzione delle quali la bonifica, totale o parziale, può essere solo una delle fasi.

Tra queste misure la prima è quella della nomina del cosiddetto RRA, il responsabile per la gestione dei MCA. Il proprietario dell’edificio e/o il responsabile delle attività che si svolgono, una volta nominata questa figura, dovrà dare evidenza di aver provveduto, per sua mano, a:

  • Redigere un piano di controllo e manutenzione per tutte le attività che potenzialmente potessero coinvolgere i MCA;
  • Informare gli occupanti e le ditte terze della situazione rilevata;
  • Etichettare i MCA rilevati a seguito delle risultanze analitiche;
  • Verificare periodicamente lo stato di conservazione dei materiali;
  • Procedere a monitoraggi periodici dell’aria per confutare eventuali contaminazioni.

La figura del responsabile Rischio Amianto
In collaborazione con il responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP) lo stesso RRA dovrà verificare l’aggiornamento dei documenti unici di valutazione dei rischi da interferenze – DUVRI e il coordinamento con tutti i veri soggetti a vario titolo coinvolti nelle attività dell’immobile in questione.

Quello del RRA è un ruolo che si colloca a cavallo tra una normativa per molti versi superata e l’ottica gestionale attualmente più affermata per la salute e la sicurezza sul lavoro. Le attività connesse a questa figura hanno assunto sempre maggiore importanza con l’aumento della percezione del rischio amianto.

Requisiti attribuzioni del RRA:

  • Deve saper coordinare e gestire al meglio le attività di manutenzione sui MCA;
  • Deve essere in grado di accertare la presenza di materiali contenenti amianto per assistere il proprietario e/o il responsabile nelle attività di censimento;
  • Deve conoscere e saper applicare le metodiche specifiche sulla valutazione dei rischi associati alla presenza dei materiali (indici versar, algoritmi, indici, ecc.) in modo da assistere il suo committente in questa attività;
  • Deve saper gestire le attività di custodia in modo codificato redigendo il piano di controllo e manutenzione sui MCA;
  • Deve conoscere le tecniche di bonifica e rischi, oltre che i costi, a queste associate in modo da indirizzare al meglio il proprio committente;
  • Deve essere, caratteristica quest’ultima non specificata nel decreto ma di assoluta importanza, in grado di gestire la comunicazione del rischio, non di rado anche in condizioni critiche di contrapposizione tra le varie parti coinvolte nella gestione dei MCA (imprese, utenti, occupanti, ecc.).

I nostri servizi

Mappatura, censimento materiali contenenti amianto e redazione dei capitoli di spesa con precise stime delle voci dei costi di intervento;
Assunzione dell’incarico di Responsabile Rischio Amianto (RRA);
Predisposizione di progetti di bonifica da amianto per siti civili, industriali e navali;
Campionamento, analisi e relazione tecnica;
Attività di esperto qualificato per l’iscrizione all’albo nazionale rifiuti per la categoria 10 necessaria alle aziende che ricercano la figura del responsabile per l’attività di bonifica da amianto;
Campionamento e analisi di materiali con successiva analisi in Microscopia in Contrasto di Fase (MOCF), in Microscopia Elettronica a Scansione (SEM), in spettroscopia all’infrarosso (FTIR) o difrattometria ai raggi X (DRX);
Campionamento e analisi di fibre aerodisperse di amianto negli ambienti di lavoro;
Valutazione del rischio amianto;
Valutazione dello stato di conservazione dei materiali contenenti amianto, tramite l’applicazione degli algoritmi più noti (VERSAR, AMLETO, ect.) e indicazione delle migliori soluzioni tecniche per l’intervento di bonifica da amianto secondo le normative vigenti in materia;
Indice di degrado delle coperture in eternit secondo l’algoritmo della Regione Lombardia o della Regione Veneto;
Valutazione del costo di intervento di bonifica da amianto, supporto alla scelta delle migliori indicazioni per l’attività di bonifica da amianto, predisposizione delle linee guida per l’intervento di bonifica da amianto.

Entriamo in contatto
Contattateci

Contattateci per richiedere maggiori informazioni per uno dei nostri servizi o per fissare un appuntamento.
Vi risponderemo nel più breve tempo possibile.

I campi contrassegnati con l’asterisco sono obbligatori.


    Dove operiamo
    Altri servizi

    Sicurezza nei luoghi di lavoro

    Vi aiutiamo e seguiamo per l’applicazione dei contenuti del Testo Unico sulla sicurezza e Salute dei luoghi di lavoro per la tutela del datore di lavoro e dei lavoratori.

    Qualità

    Aiutiamo la vostra azienda ad aumentare la sua credibilità e visibilità attraverso le certificazioni ISO.

    Problem solving

    Il Problem Solving è l’attività che si propone di inquadrare, analizzare e risolvere i problemi delle aziende che operano nei diversi ambiti.

    Ambiente

    Vi aiutiamo ad adeguare la vostra azienda ai limiti emissivi imposti nel campo dell’aria e acqua, vi aiutiamo all’ottimizzazione della gestione dei rifiuti e in quella del suolo.

    Entriamo in contatto
    Contattateci

    Contattateci per richiedere maggiori informazioni per uno dei nostri servizi o per fissare un appuntamento.
    Vi risponderemo nel più breve tempo possibile.